fbpx

"Una meraviglia. Sono affascinato. Il bello della musica classica è goderla nel suo colore, in un teatro come questo che le dà la sua magia. Il Teatro Antonio Belloni è davvero uno dei più bei teatri al mondo."

Leo Nucci
Carissimi Amici del Teatro Antonio Belloni,
abbiamo il piacere di comunicarvi che il Teatro Belloni riaprirà il sipario in assoluta sicurezza a partire da venerdì 18 settembre 2020, secondo le norme vigenti in materia di prevenzione del contagio da Covid-19.

Gli standard che adotteremo faranno quindi del Teatro Antonio Belloni, il teatro d'opera più piccolo al mondo, uno dei luoghi di cultura più sicuri, eleganti ed esclusivi in cui assistere in totale serenità a spettacoli davvero unici nel panorama musicale italiano e internazionale.

Anche la Piccola Accademia TAB, riprenderà le lezioni con gli OPEN DAY a partire dalla settimana del 14 settembre
I nostri più cordiali saluti
 
Giovanni Belloni
Direttore Generale

Eventi in programmazione

•   Lirica  •

venerdì 25 settembre, ore 20.30

09 macbeth

Macbeth è un personaggio realmente esistito. Nato intorno al 1005 d.C. e soprannominato 'Il re rosso' per il colore dei suoi capelli, biondi come il sole, re di Moray e re di Alba uccise in battaglia nel 1040 il re Duncan. Macbeth aveva sposato per ragioni politiche Gruoch nipote di Kennet III. Fu un re molto saggio e governò con ordine e facendo rispettare le leggi. Andò a Roma nel 1050 per il giubileo e sembra che abbia anche incoraggiato l'affermarsi della Cristianità.
Questa è la storia ma, un personaggio così buono, nobile e rispettoso delle regole non sarebbe mai stato a proprio agio in una tragedia Shakespeariana oppure in un'opera di Giuseppe Verdi. Il buono diventa così cattivo, infido, traditore, sanguinario, ossessionato dal potere e dai fantasmi dei morti che lascia sul suo cammino. E la povera Gruoch vedova di un nobile di Moray cui aveva dato un figlio di nome Lulach, poi moglie attenta e fedele di Macbeth diventa in Shakespeare e Verdi un mostro sanguinario. La personificazione del Male. Nella tragedia prima e nell'opera dopo, perde il proprio nome di battesimo. Sarà sempre e solo la Lady. Il Male non può avere un nome proprio di persona.
Prima Shakespeare nel 1611, poi Verdi nel 1847 e nella revisione per Parigi del 1865  faranno della Lady il personaggio più fosco, ambizioso, terrificante della storia del teatro.
Vivrete con noi l'emozione di questi personaggi in una serata speciale, in esclusiva al Teatro Belloni.
Scoprirete le differenze tra i personaggi storici, quelli teatrali della tragedia di William Shakespeare e quelli del capolavoro verdiano.
Un'occasione unica per conoscere a fondo una delle opere più belle di Verdi in cui streghe, profezie, vaticini, fantasmi, follie e tradimenti aleggiano tra le note.

•   Pianoforte  •

sabato 26 settembre, ore 16.00
sabato 26 settembre, ore 20.30

09 chopin

Un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati della musica di Chopin.

Ballade N. 1 in Sol minore Op. 23
Ballade N. 2 in Fa maggiore, Op. 38
Ballade N. 3 in La bemolle maggiore, Op. 47
Ballade N. 4 in Fa minore Op. 52

Un'occasione unica per scoprire insieme alle pianiste Xing Chang e Monica Zhang la narrativa musicale del compositore polacco, autentica icona del pianismo, che letteralmente rivoluzionò la letteratura per il suo strumento.
Chopin inventò un nuovissimo schema compositivo.
Intuì che per creare le suggestioni che desiderava, fosse necessario un nuovo stimolo innescato dalla letteratura, dalla poesia, dalle ballate.
Così l'architettura delle Ballate di Chopin si riferisce alla struttura letteraria della Ballata poetica, alla sua sintassi e al suo sviluppo.
Nella musica di Chopin le note prendono come per magia il posto delle parole.
Il nostro Concerto narrato vi farà scoprire un nuovo modo di ascoltare Chopin. Sarete suggestionati dai racconti delle Ballate che ricreano le atmosfere in cui aleggiano i Cavalieri Teutoni, il moro Almanzor 'Vi ho ingannati. Vengo da Granada e porto con me la peste. Il mio bacio ha inoculato il veleno in voi'.
Il pellegrino che esule soffre per la patria lontana 'Perché devo io sospirare per colei che fu il mio primo amore … La mia stella del mattino. E lei mi penserà ancora ripercorrendo i passi che facevamo insieme nel campo?'.
La bellissima sirenetta del lago che incanta e seduce il cacciatore 'Sulla superficie argentea del lago appare una bellezza selvaggia. Il suo viso sembra petali di rosa pallida. Il vestito è lieve come la nebbia. Il cacciatore dimentica allora chi ama'. I tre fratelli che spronati dal vecchio padre partono alla ventura in cerca di fortuna 'Il vecchio Budrys, audace lituano che da giovane aveva conquistato e sposato una ragazza polacca, convoca i tre figli. Dovranno sellare i cavalli e partire armati in tre direzioni diverse, Russia, Prussia, Polonia'.

Un'occasione imperdibile per scoprire la musica di Chopin, note suggerite dalla letteratura che hanno la forza di ispirare qualsiasi poeta.

•   Lirica  •

domenica 27 settembre, ore 16.00

09 feux

Due delle cantanti più amate dal nostro pubblico, Graziana Palazzo e Ekaterina Shelehova, dirette e accompagnate al pianoforte dal Maestro Stefano Giannini si esibiranno in uno scintillante 'Spettacolo narrato' interamente dedicato alle magnifiche arie di coloratura. Ci proporrano, alternandosi, l'aria della Regina della Notte da Il flauto magico di Mozart, due arie di Rossini da 'Il Signor Bruschino' e 'Tancredi', l'aria 'Ombra leggera' dalla Dinorah di Meyerbeer, 'O luce di quest'anima' da Linda di Chamounix di Donizetti, 'La scena della pazzia di Ophélie' da Hamlet di Thomas, una Suite dalla Carmen di Bizet e come gran finale, i fuochi d'artificio dell'aria della bambola meccanica da Les Contes d'Hoffmann di Offenbach in una realizzazione esclusiva del Teatro Belloni, a due voci. Uno spettacolo che brillerà in un caleidoscopio di colori nell'elegantissima sala del Teatro d'Opera più piccolo al mondo.

•   Pianoforte  •

domenica 27 settembre, ore 20.30

09 morricone2

Una serata in replica straordinaria, dedicata al Maestro Ennio Morricone in uno 'Spettacolo narrato' nello splendore del Teatro Belloni.
Scoprirete la storia della colonna sonora e dell'importanza assoluta dei compositori che hanno scritto musica per la Settima Arte, il Cinema.
Riccardo Zangirolami, raffinatissimo pianista, musicista d'eccezione che ha collaborato con Ennio e Andrea Morricone darà vita a uno spettacolo di grande intensità emozionale.
Grazie a lui ascolteremo una selezione da 'C’era una volta il West', 'C’era una volta in America'. 'Nuovo Cinema Paradiso' e brani composti da Andrea Morricone ed eseguiti in prima assoluta.

 

•   Lirica  •

sabato 3 ottobre, ore 16.00

10 rossini

Un duo d'eccezione per un 'Pomeriggio all'Opera' interamente dedicato al Belcanto, il tenore Chuan Wang, perfezionatosi all'Accademia del Teatro alla Scala e il concertatore Michele D'Elia, vero punto di riferimento nel panorama pianistico internazionale, al suo debutto al Teatro Antonio Belloni.
Il ricchissimo programma di questo 'Spettacolo narrato' sarà quasi interamente dedicato a Gioachino Rossini. Ascolteremo 'Ecco ridente in cielo' da 'Il barbiere di Siviglia, 'Sì, ritrovarla io giuro' da 'La Cenerentola', 'Terra amica' da 'Zelmira'. Poi il Maestro Michele D'Elia eseguirà il 'Prélude religieux' dalla 'Petite Messe Solennelle' e una Marcia.
Il programma sarà ulteriormente impreziosito dalle arie 'Tutto è sciolto .. Ah! perchè non posso odiarti' da 'La sonnambula' di Vincenzo Bellini e 'Ah! Mes amis' da 'La Fille du régiment' di Gaetano Donizetti. Il Maestro D'Elia, per ricordare quale sia stata l'importanza e l'influenza artistica dei tre grandi compositori italiani a Parigi, interpreterà come 'Hommage à Paris' una famosissima pagina francese, 'Méditation' da 'Thaïs' di Jules Massenet.
Una vera e imperdibile lezione di Belcanto nella elegantissima cornice del Teatro Belloni.

Biglietteria

AVVISO:
Le attività della biglietteria sono al momento sospese.
Per qualsiasi informazione è possibile telefonare al numero 0362.561420 e lasciare un messaggio in segreteria per essere richiamati.
Per scriverci un messaggio utilizzate la pagina contatti.
Per prenotazioni è anche possibile utilizzare la biglietteria elettronica.

Newsletter

Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti delle attività e degli eventi del Teatro Antonio Belloni
 

Abilita il javascript per inviare questo modulo

LE NOTE DI CHOPIN

con Monica Zhang e Andrea Scarduelli

PARTE I  ·  PARTE II  ·  PARTE III

Leo Nucci al Teatro Belloni

In occasione del Festival Verdi al Teatro Belloni abbiamo avuto il piacere di avere, quale graditissimo ospite, il baritono Leo Nucci.
Il Maestro e la moglie Adriana sono rimasti letteralmente rapiti dalla bellezza del Teatro e dall'originalità dello spettacolo proposto.
Leo Nucci ha così deciso di salutare il pubblico dal palcoscenico all'inizio della seconda parte dicendo che il Teatro Belloni è uno dei più belli al mondo e che il format dello 'Spettacolo narrato', esclusiva del Teatro Belloni, gli stava piacendo immensamente, così tanto da fargli venire la voglia di cantare e debuttare così al Teatro Belloni.
L'immensa bravura e professionalità della pianista Inseon Lee che stava accompagnando le voci verdiane dello spettacolo, Go Eun Lee, Sofia Nagast, Riccardo Della Sciucca e Ettore Kwanghyun Kim ha fatto sì che, senza alcuna prova e improvvisando l'accompagnamento, Leo Nucci abbia potuto cantare la famosa aria di Rigoletto 'Cortigiani, vil razza dannata'.
Il pubblico è stato così felice da alzarsi in piedi per una vera ovazione e un torrente di applausi riservato a Leo Nucci e Inseon Lee.
Una delle tante magie che il Teatro Antonio Belloni riserva al suo pubblico.

logo pic nero


Teatro Antonio Belloni associazione culturale
via Colombo 38  ·  Barlassina MB

© 2010-2020 VideoGio

Contatore visite

Oggi224
Ieri437
Totale243636